3 modi per annaffiare le piante usando gli scarti di cucina

Risparmiare acqua e nutrite le piante: questi sono i miei 3 metodi zerowaste per sfruttare gli scarti d'acqua di cucina che sarebbe un peccato buttare!

annaffiare le piante con gli scarti di cucina

Indice

Annaffiare le piante in questo modo non solo ci fa risparmiare acqua, ma ci permette di reimpiegare, in modo naturale ed ecologico, i resti delle preparazioni giornaliere per nutrire le nostre piante.

Attenzione: non va bene tutto per tutto!

Alcuni scarti sono troppo aggressivi e potrebbero danneggiare alcuni tipi di piante. Per esempio, se mi chiedete cosa penso dei fondi di caffè lasciati sul terreno schietti, tolti dalla moka dopo aver bevuto la tazzuliella, la mia risposta è: NO.

La polvere di caffè abbandonata sul terriccio provoca muffe, attira moscerini, e non allontana affatto formiche e lumache (come sostengono tanti blog e portali che copiano e incollano “ricette della nonna” senza fondamento) : ci ho provato e ve lo certifico.

Quando usare i fondi del caffè per annaffiare le piante?

I fondi del caffè possono però essere messi in infusione nell’acqua che usiamo per bagnare le piante.

In primo luogo perché, effettivamente, riutilizzandoli evitiamo di buttarli quando possono spiegare ancora una valida utilità e questo è il fine principale della filosofia zero sprechi.

Secondariamente, perché grazie ai fondi del caffè possiamo ottenere un rinforzo importante per l’acqua, rendendola ideale per le piante acidofile, come:

  • azalee
  • rododendri
  • gardenie
  • magnolie
  • camelie
  • ortensie

Quali fondi di caffè usare nell’acqua per le piante?

che tipo di fondi di caffè usare per annaffiare le piante
NON il fondo della tazza!

Non esistono particolari limitazioni, in realtà possiamo usare i fondi derivanti da qualunque tipologia di caffè e da qualunque macchina. A cambiare sarà, eventualmente, soltanto il metodo che utilizzeremo per ottenere l’acqua rinforzata per le nostre piante.

Via libera, quindi, ai fondi rimanenti :

  • dalla moka
  • dalla napoletana
  • dalla francese
  • dalle macchine a cialda o a capsula

Come annaffiare con i fondi del caffè?

come usare i fondi del caffè per dare l'acqua alle piante
Lo ripeto: non mettete i fondi direttamente sul terreno, sono troppo aggressivi e generano muffe!

Io faccio così:

  • verso 250 ml d’acqua sui fondi di una tazza di caffè
  • lascio riposare per 48 ore
  • filtro il liquido ottenuto direttamente nel mio annaffiatoio
  • aggiungo altri 2 litri d’acqua

Questo “infuso” può essere usato per annaffiare:

  • le piante fiorite ornamentali acidofile citate nel paragrafo precedente
  • basilico
  • menta
  • alloro
  • prezzemolo
  • origano
  • rosmarino

Annaffiatura delle piante zero waste: l’acqua avanzata dal risciacquo di frutta e verdura

annaffiare le piante con acqua riciclata in cucina
L’acqua con la quale laviamo la verdura è ottima per annaffiare, ma non sempre…

Quando sciacquiamo la frutta e la verdura prima del consumo conserviamo l’acqua di lavaggio. Ricordiamoci però che non dobbiamo aver aggiunto:

  • bicarbonato
  • acqua ossigenata
  • aceto
  • amuchina o additivi simili

L’acqua che ricaviamo da questa procedura va bene per ogni tipo di pianta, anche se non ancora spuntata: è acqua semplice, al massimo un po’ sporca di terriccio!

Acqua rinforzata con il riso: un trucco semplice e pratico per annaffiare le piante in modo ecologico

usare l'acqua del riso per annaffiare le piante
Potete usare l’acqua di lavaggio di qualunque tipo di riso

Vale per ogni tipo di riso che venga sciacquato prima della cottura, ma io lo faccio solo con il basmati bianco, che uso per esempio l’insalata di riso vegetariana Gourmet: prima di cuocerlo lo lascio in ammollo 5 minuti, poi lo “agito” per fare uscire quanto più amido possibile, prima di risciacquare in acqua fredda. Questo mi dà un riso ben sgranato da portare a tavola e un’acqua rinforzata per annaffiare che, rispetto a quella del rubinetto, contiene:

  • 50 volte più fosforo
  • 25 volte più potassio

La raccolgo tutta nell’annaffiatoio e la utilizzo con le piante che danno frutta e verdura dai fiori, come i miei amati peperoncini!

Lascia il tuo voto

Altro su questi argomenti

scrunchie di seta non violenta

Cos’è la seta non violenta

Quando smetti di mangiare prodotti animali, guardi con occhio critico anche il tuo divano, i sedili della tua macchina, il tuo guardaroba: come puoi rendere il tuo mondo cruelty-free?