5 buoni motivi per pacciamare l’orto

No, non è una parolaccia... ma un trucchetto per ricavare il massimo dal vostro ortazzo!

pacciamare orto

Indice

Pacciamare: se non l’avete mai sentito dire, sentivatelo.

Perché se avete un ortazzo e volete farlo rendere al meglio, dovete farlo.

Pacciamare: cosa significa e perché farlo

Niente di difficile: pacciamare sta per ricoprire il terreno con materiali vari ed eventuali.

Perché farlo?

Per una serie di ottimi motivi:

  1. protegge il terreno dalle temperature eccessive: in estate, ricoprendolo lo ombreggia e lo mantiene fresco; in inverno lo protegge dalle gelate, cosa molto importante per le radici di tante piante
  2. protegge il terreno anche dalla siccità: lo mantiene umido contrastando l’evaporazione dell’acqua; quindi è un trucco green, perché così facendo basterà meno acqua al momento dell’annaffiatura
  3. aiuta moltissimo ad evitare il compattamento del terreno, causato dalle piogge forti e dal calpestio: un terreno compattato non assorbe acqua e nutrienti, quindi fa soffrire la pianta
  4. protegge la pianta principale, che può assorbire tutta l’acqua e i nutrienti disponibili, perché contrasta la nascita di piante indesiderate: queste ultime, infatti, non riescono a emergere dalla coltre di una buona pacciamatura
  5. nutre il terreno e i suoi microrganismi decomponendosi man mano nel tempo, esattamente come succede in un sottobosco

Cosa si usa per pacciamare l’orto?

pacciamare l'orto

Ovviamente, solo materiali organici, naturali privi di pesticidi e parassiti, sia secchi che ancora verdi.
Ad esempio:

  • paglia, fieno
  • foglie, aghi di pino
  • pezzi di corteccia, rametti sminuzzati
  • sfalci di potature
  • alla mal parata, anche il cartone (quello marrone, senza inchiostro, scotch, etichette adesive… insomma 100% compostabile)

Io pacciamo il mio orto in vaso sul terrazzo, l’ortazzo, con foglie di quercia e corteccia raccolti a spesa zero, e con sfalci delle altre mie piante come foglie di banano, foglie di aglio, broccoli espiantati.
Ma se non avete a portata una buona pacciamatura potete anche comprarla: ci sono solo vantaggi, a pacciamare!

Consigli per una buona pacciamatura del vostro orto

  1. la pacciamatura si fa solo intorno a piante già spuntate… altrimenti non spunterebbero!
  2. deve essere spessa per essere efficace: almeno 5 cm, ma meglio 10 cm
  3. il punto in cui si annaffia deve rimanere libero, in modo che il dispendio di acqua sia ottimizzato
  4. non usate sfalci di infestanti come trifoglio, forasacchi, acetosella, portulaca, grespino etc. perché le riseminereste direttamente nel terreno

E allora, vi ho convinto?

terrazzaggio

Top 5 del mese: 4 cose belle e una anche no – giugno 2017

Sapete che c'è? Mi sta piacendo davvero tanto invecchiare. Per molte cose, è più comodo che essere giovani (non nel potere della digestione. No, lì, NO). Ora che sto diventando nonna ci penso spesso e abbraccio caldamente questa nuova fase della mia vita: tutti nuovi piaceri da scoprire!