Riso integrale con la piantaggine

Facile, economico, buono e sano: comfort food, a tutti gli effetti!

Difficoltà
facile
Costo
basso
Preparazione
25min
Cottura
25min
ricetta del riso integrale alla piantaggine

Indice

Il riso integrale con la piantaggine – ma va bene qualsiasi verdura a foglia verde, spinaci, bietole etc. – era il mio cavallo di battaglia all’università: lo portavo a tutte le feste.

E piaceva un sacco.

Che cos’è la piantaggine

È questa qui: una pianta officinale spontanea molto diffusa con un sapore amaro che ricorda quello del fungo.

Non mi pare che ci sia qualcosa con cui confonderla, ma voi guardatemela bene e non fatemi fare brutte figure al pronto soccorso, che poi mi sparlano dietro.

ricetta del riso integrale con la piantaggine

È molto utilizzata in erboristeria per la sua azione antinfiammatoria, antibatterica, antitussiva ed espettorante.

Noi però ce la mangiamo, che è ancora meglio.

Riso integrale con la piantaggine: andate per prati e campi e ne troverete tantissima!

Dalle mie parti in Toscana si dice che “si va a fa’ gli erbi” quando si raccolgono le erbe spontanee come la piantaggine, il tarassaco e l’ortica per fare frittate, ripieni, minestre e torte di verdura.

piantaggine

Fuori dalla campagna, in città, vale qualsiasi verdura a foglia verde, anche surgelata: spinaci, bietole, cavolo nero, cime di rapa.

Quale riso utilizzare

Io uso un basmati integrale, che resta bello al dente e ha un meraviglioso profumo erbaceo.

Ovviamente potete usare anche un riso bianco, ma – credetemi – qui è dove un integrale trionfa!

riso basmati integrale

Ingredienti per il riso integrale con la piantaggine

  • cipolla e aglio per soffritto
  • olio extravergine di oliva
  • riso basmati integrale, un pugno a testa più uno per la pentola
  • piantaggine
  • sale
  • pepe da macinare al momento
  • lievito alimentare

Metodo

Cominciate preparando il riso: lo sciacquate e lo buttate in acqua bollente già salata, è pronto in 25 minuti. Poi passate alla piantaggine.

  1. Se vi piacciono i sapori amari, dopo averla lavata e strizzata ripassate la piantaggine da cruda in padella con olio, aglio e un po’ di sale. Così facendo le resterà anche più sapore di fungo.piantaggine ripassata in padella
  2. Se invece volete un sapore più delicato, mettetela in acqua fredda salata e portate a bollore. Lasciate bollire per due minuti, poi scolate, strizzate e tritate.come cuocere la piantagginepiantaggine lessa
  3. Fate un soffritto di aglio e cipolla e, quando sfrigola, unite la piantaggine cotta e tritata.piantaggine in padella
  4. Unite il riso e fate asciugare bene: l’effetto deve essere croccantino e sgranato, non risottato.riso con piantaggine

Servite con un pizzico di pepe macinato al momento e una spolverata di lievito alimentare.

Se vi state chiedendo cosa sia il lievito alimentare, ve lo spiego per bene qui. Lo comprate su Amazon.

Se invece volete un’altra ricetta vegan dalla scuderia dei miei cavalli di battaglia, dovete provare l’ Insalata di puntarelle con condimento vegano al miso.

Fun fact: il “riso verde” era il piatto di cui andavo più fiera quando sono diventata vegetariana ai tempi dell’università, lo portavo a tutte le feste! Gli altri birra e Cipster, io riso integrale.

Ero POPOLARISSIMA 🙄

verdure grigliate

Mega grigliata vegana

Cipolle al cartoccio, funghi che sembrano tagliate, ricette turche e americane: ecco le verdure alla griglia come non le avete mai provate!