Pimm’s Cup analcolico alle fragole

Inventato nel 1823 come bevanda salutare perché a base di frutta e molto celebre in Gran Bretagna.. ecco la mia versione senza mal di testa!

(In questo post ci sono dei link affiliati: facendo acquisti da questi link sostieni il mio lavoro. Grazie!)

Difficoltà
facile
Costo
medio
Preparazione
10min
Cottura
0min
ricatta del Pimm's Cup cocktail analcolico alla frutta

Indice

La Storia

Il Pimm’s Cup Nasce in Inghilterra nel 1823 come “bevanda salutare” a base di Gin, frutta e spezie. In breve tempo è diventato il cocktail preferito degli Inglesi e, ancora oggi, è la bevanda che si sorseggia in moltissimi eventi dell’alta società inglese, come il Royal Ascot.

Inoltre, è diventata la bevanda ufficiale di Wimbledon.

Nella versione originale è, sostanzialmente, una limonata in stile inglese, quindi chiara e frizzante, alla quale si aggiunge la Pimm’s N. 1 Cup (un liquore marrone-rossastro a base di Gin dal forte sapore di spezie e agrumi), più vari frutti come mela, cetriolo, arance, limone, fragole e della menta fresca.

La variazione più famosa prevede l’aggiunta dello Champagne, creando il famosissimo Pimm’s Royal Cup.

Come faccio il mio Pimm’s Cup analcolico

La ricetta del mio Pimm’s Cup analcolico alle fragole è tratta dal libro “Come bere senza bere” di Fiona Beckett per Guido Tommasi Editore.

Sembra davvero un Pimm’s Cup senza il mal di testa del giorno dopo!
La prossima volta che lo farò aggiungerò qualche goccia di bitter, ad esempio Angostura, per dargli una sfumatura in più.

Ma già così è un cocktail, anzi un mocktail davvero facile, davvero buono e davvero dissetante!

Ingredienti per Pimm’S Cup analcolico alle fragole

  • 1 cucchiaio di té nero o due bustine
  • 300ml di acqua fredda
  • 250g di fragole
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna grezzo
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • ghiaccio
  • 700 ml di limonata
  • menta fresca per guarnire
come fare il Pimm's cup analcolico alle fragole

Metodo

Va fatto con almeno due ore di anticipo rispetto all’ora in cui lo servirete, quindi tenetene conto quando progettate la preparazione.

  1. Lavo e mondo le fragole. Le taglio e le metto a macerare con lo zucchero e l’aceto balsamico.
  2. Preparo il té per infusione a freddo, semplicemente versandoci l’acqua sopra e lasciandolo riposare due ore.
  3. Trascorse due ore (ma se sono di più è anche meglio) verso tutti gli ingredienti nella caraffa seguendo quest’ordine: ghiaccio, fragole con la loro marinatura, té, limonata.

Guarnisco con la menta fresca e mi godo la meraviglia.

Ottimo aperitivo, perfetto con gli amici, ideale per chi non beve alcolici ma anche quando siamo sole e vogliamo amarci un po’.

Da provare con i Cracker ai semi fatti in casa.

E se non è più periodo di fragole, provatelo con anguria o pesche molto mature, o sciroppate stesso procedimento, risultato stratosferico.

Enjoy the heat wave!

frutta e verdura

10 motivi per non comprare frutta e verdura al supermercato

So che sembra comodo - è comodo - fare una grossa spesa settimanale e non doverci più pensare per giorni, mettendo dentro il carrello i pomodori e le mele come si fa con la carta igienica e la pasta. Ma ci sono degli ottimi motivi per non comprare frutta e verdura al supermercato. Ne parliamo?

Come eliminare le farfalline della farina

In estate, e soprattutto al rientro dalle vacanze, ci passiamo tutti: apri la dispensa e… sembra una voliera di farfalline grigie! Le trovi un po’ dappertutto: farina, riso, […]