Stringhe in umido alla toscana

Il loro sapore è un concentrato di sole, uno di quei sapori che aspetti tutto l'anno per risentire!

Difficoltà
facile
Costo
basso
Preparazione
5min
Cottura
10min
ricetta toscana delle stringhe in umido

Indice

A proposito delle stringhe in umido

Le stringhe in umido non sono una ricetta di Charlie Chaplin*, ma un contorno tipico delle campagne toscane super saporito, assolutamente da adottare in tutte le regioni!

Le “stringhe”, o fagiolini di Sant’Anna, o ancora “fagiolini serpente”, sono dei lunghi nastri che si comprano a mazzetti dai verdurai a fine estate, e che si cuociono in umido con i pomodori più maturi e gustosi dell’anno, con aglio, peperoncino e basilico.
A parte le stringhe, ho raccolto tutto nel mio orto in terrazzo… il mio “ortazzo”!

Se ce n’è bisogno, si aggiunge del brodo vegetale o poca acqua, ma solo man mano e solo se il sugo è troppo asciutto.

* Se avete visto “La febbre dell’oro”, bellissimo film muto del 1925, sapete a quale piatto mi riferisco… e se non l’avete visto, avete appena scoperto che c’è una cosa bella che vi darà gioia.

Le stringhe a spasso per l’Italia

Non si trovano ovunque e non si trovano sempre, ma sono conosciute – con nomi vari ed eventuali – in parecchie zone d’Italia:

  • nel veronese sono le “scurie” e si usa lessarle brevemente prima di stufarle con aglio e pomodoro
  • in provincia di Cuneo, come in tutto il Piemonte, sono i “fasulin del meter” e si sbollentano uno o due minuti e poi si friggono (e col fritto si vince facile…)
  • in Sicilia sono la “faciola paisana” o “paisanella“, o ancora “a faciulina longa” e ci si condisce la “pasta ca paisana
  • anche la puglia va di pasta e prepara gustosi piatti di spaghetti con pomodoro e cacioricotta: le stringhe vengono bollite con la pasta, scolate e condite col pomodoro fresco

Ingredienti per le stringhe in umido alla toscana

  • un mazzetto di stringhe
  • pomodori maturi
  • aglio fresco
  • peperoncino
  • un mazzetto di basilico
  • sale
  • poca acqua o poco brodo vegetale
ingredienti per le stringhe in umido alla toscana

Metodo

stringhe in umido alla toscana

Per preparare le stringhe toscane in umido, le stringhe vanno private del loro picciolo ma lasciate intere.

  1. Fate soffriggere leggermente in olio caldo l’aglio fresco e il peperoncino.
  2. Tuffate i pomodori tagliati in quarti nel soffritto di aglio e olio e condite con il sale, lasciandoli sfinire leggermente.
  3. Aggiungete le stringhe intere e bagnate con poco brodo vegetale o poca acqua solo se necessario, per ottenere un umido ristretto e concentrato.

Impiattate e servite caldo.

Infine, prendete una fetta di pane croccante e fate la scarpetta direttamente nella padella.

Si tratta di un passaggio necessario, come per le patatine al formaggio: se non ripulite la padella, godete solo a metà.

Se vi interessano altre ricette con i fagiolini potete leggere questa oppure questa.

Lascia il tuo voto

Altro su questi argomenti

Ricetta dei Biscotti di Natale shabby chic, niente uova, solo vin brûlé

Tra i più grandi piaceri dell’inverno c’è quello di tenere tra le mani un caldo bicchiere di vin brûlé e inspirarne i fumi aromatici fino a stordirsi. Momenti preziosi che mi hanno ispirato questi biscotti: come legante hanno una riduzione di vino rosso e spezie al posto delle uova, e sono quindi adatti a chi ne è intollerante.